JAGO-DANZA DELLA GELOSIA

Se la bravura di un attore si vede anche dalle pause, nella capacità di tenere la scena, la tensione e il personaggio, Solimano Pontarollo, unico attore in scena ad interpretare JAGO- danza della gelosia ha dimostrato di possedere le doti tecniche necessarie, almeno nella messa in scena di mercoledì 29 agosto 2012, all’Arsenale di Verona, nonostante l’ambizione di un testo complesso e ricco di sfaccettature, adattato dallo stesso Pontarollo ,che firma anche la regia dello spettacolo.

Il tema è quello di scandagliare l’animo di Jago, nel rapporto con Otello e Cassio: uno Jago sdoppiato, un attore solo ma con due facce, a raccontare la gelosia di Othello, l’innocenza di Desdemona, la sofferenza di Cassio, i piani diabolici di Jago con le proprie intime motivazioni, attraverso i monologhi di Shakespeare.

Molte le note interpretative con cui l’attore ha saputo colorire il lungo monologo intervallato dalle danze del corpo di ballo dell’Associazione Teatro Danza SOLEDARTE, e forte è arrivata anche l’energia di Pontarollo, capace di continui cambi a sottolineare la mutevolezza di pensieri ed emozioni, riflessioni ed azioni: uno studio attoriale convincente, che ha dimostrato soprattutto l’ottima padronanza del corpo agito nello spazio scenico.

Essenziali le scene, stilizzate quanto i costumi, a sottolineare più le azioni che le descrizioni della messa in scena, in linea con le coreografie firmate da Varhynia Ziliotto che, nonostante la qualità tecnica di alcuni ballerini, hanno preferito la coralità, a commento delle intenzioni del protagonista.

Ne esce un lavoro dal taglio preciso, con tratti marcati e incisivi, che arriva allo spettatore “ tutto d’un pezzo”, lasciando poco margine ad ambiguità e sfumature: una scelta di regia che nel risultato finale smussa di molto la complessità del personaggio e che, se da un lato premia l’immediatezza comunicativa, dall’altra perde per strada quei dubbi che avrebbero potuto aprire a nuove profondità.

Alla fine un lavoro encomiabile, apprezzato dal pubblico, che si pone con forza nel panorama veronese, con un attore di talento da“seguire” nei suoi prossimi lavori.

Emanuela Dal Pozzo

Non ci sono ancora voti.
Please wait...