LA BELLA STAGIONE AL PORTLAND DI TRENTO

Portland - La Bella Stagione 2019-20Al via la nuova edizione de La Bella Stagione, rassegna di teatro della contemporaneità che il piccolo ma dinamico Teatro Portland ospita ogni anno da ottobre a inizio aprile. 10 spettacoli per altrettanti venerdì sera pieni dedicati all’incontro tra arte e impegno civile con uno sguardo particolare alla nuova drammaturgia d’autore.

La scelta artistica, curata da Andrea Brunello, nasce dall’esigenza che ci spinge ad interpreare una realtà, quale quella odierna, sempre più complessa, intrisa di tecnologia, di contraddizioni, di repentine trasformazioni. Il teatro, frutto di un pensiero sedimentato e di un lungo lavoro, annulla le fluttuazioni veloci e si concentra invece sulle trasformazioni che modificano veramente e irrimediabilmente la nostra esistenza. La sua bellezza e forza è che temi come la guerra, l’immigrazione, la maternità, l’intelligenza artificiale, il futuro prossimo e l’alienazione diventano storie, il tessuto organico di una narrazione, e di conseguenza ci colpiscono per il loro lato umano. Generano in noi empatia, immedesimazione e il desiderio di prendere una posizione.

La Bella Stagione del Teatro Portland diventa luogo di incontro, di dialogo e forse anche di scontro. Diventa motivo per uscire di casa e trovarsi nel piccolo spazio di Piedicastello per cercare di capire una società che si trasforma e ci trasforma.

La stagione inizia il 25 ottobre con White Rabbit Red Rabbit, un esperimento sociale in forma di spettacolo scritto dall’iraniano Nassim Soleimanpour e interpretato questa volta da Andrea Brunello, senza regia, senza prove, e senza mai avere letto il testo. Nassim Soleimanpour scrive questo testo nel 2010 in un momento di impossibilità a lasciare il suo paese. Il testo vive in una busta sigillata, a nessuno degli interpreti è consentito sapere in anticipo di cosa tratti lo spettacolo.

Si continua l’8 novembre con La donna più grassa del mondo, una produzione Centro Teatrale MaMiMò. Il drammaturgo Emanuele Aldrovandi tocca il tema esistenziale di cosa siamo disposti a fare pur di raggiungere la felicità, anche se per farlo mettiamo a rischio la nostra vita e quella degli altri.

La storica compagnia sarda Cada Die Teatro ci porta a Cagliari nel 1943 con Cielo Nero, dove alla tragedia collettiva della guerra si aggiunge quella di due fratelli, uno soldato e l’altro no, con la consapevolezza che l’unica sicurezza nella vita è che non si è mai al sicuro.Bartleby

Gli Eccentrici Dadarò chiudono la programmazione 2019 il 13 dicembre con la commedia francese Tutto quello che volete di di Matthieu Delaporte e Alexandre de la Patellière. Lo spettacolo, già previsto nella stagione passata ma sfortunatamente annullato,ci porta a riflettere sul paradosso della troppa felicità.

Il nuovo anno si apre con lo spettacolo vincitore di InBox 2019, Farsi Fuori, di Luisa Merloni, in scena il 10 gennaio, sul tema della maternità.

Il 24 gennaio è il momento di Mare morto, di Officina Teatro sul problema dei migranti.

La compagnia Arditodesìo torna al Portland il 7 febbraio con Noi, Robot una riflessione sull’intelligenza artificiale e su cosa voglia dire Essere Umano.

La Bella Stagione continua il 6 marzo con un’altra compagnia trentina, Elementare Teatro, che presenta la sua nuova produzione Humana.

Il 20 marzo sarà la compagnia lombarda Teatro Invito a portarci nel mondo di Herman Melville con Bartleby, la storia di un uomo che si rifiuta di vivere in un mondo che fatica a capire.

Infine, a chiusura di stagione, il 3 aprile il Teatro Portland ospita la domanda esistenziale di I Will Survive, produzione di Qui e Ora Residenza Teatrale.

Continua la stretta collaborazione fra il Teatro Portland e i teatri di Pergine, di Meano e di Villazzano. Oltre ad un coordinamento collettivo sulle date e sulle tematiche, i quattro teatri condivideranno una biglietteria unica, per permettere agli spettatori di acquistare i biglietti per tutti gli eventi nei teatri presso le casse degli stessi, irrispettivamente da dove si terranno gli spettacoli. Questa sinergia permette un accesso privilegiato ad un totale di quasi 200 serate di spettacolo durante la stagione. Per chi lo vorrà, sarà possibile acquistare una Card dei Teatri che per il prezzo di 15 euro offre biglietti ridotti per tutti i quattro teatri aderenti all’iniziativa.

TEATRO PORTLAND

via Papiria 8 – 38122 – Trento

Informazioni e prenotazioni:

tel. 0461.924470 (feriale)

cell. 339.1313989 (festivo)

info@teatroportland.it

www.teatroportland.it

Non ci sono ancora voti.
Please wait...