A MATERA DAL 19 AL 29 LUGLIO IL FESTIVAL DI TEATRO CITTA’ E PERSONE NESSUNO RESTI FUORI 2017

Nessuno Resti Fuori I ED.ph Luca CentolaNessuno Resti Fuori nasce dall’esigenza di raccontare la città, le trasformazioni a cui si va incontro.
Nessuno resti fuori è un festival di teatro, che vuole andare oltre la dimensione puramente artistica e coinvolgere la città, i suoi abitanti e quanti si interrogano sul suo divenire, in una riflessione collettiva che possa animarne i luoghi.

L’obiettivo è di avvicinare al linguaggio teatrale tutti, coinvolgendo attivamente i cittadini nella ideazione e realizzazione del processo artistico, intendendo per cittadini le persone che vivono la città e contribuiscono alle sue trasformazioni, siano essi stanziali, migranti, temporanei.
Il festival si struttura temporalmente in più giornate, e in diversi luoghi della città. Ogni anno un quartiere diverso viene fatto dialogare con il centro storico della città, diventando il campo dell’azione performativa, cucendo relazioni tra le persone che hanno sempre abitato la città e i nuovi abitanti.

L’utopia che ci proponiamo, è quella di coinvolgere tutti, non lasciando nessuno fuori, facendo in modo che ognuno possa trovare il proprio spazio. Matera è uno spiraglio che si apre in una situazione di sgomento culturale in cui la ricerca di modelli sostenibili si fa sempre più necessar
Vogliamo vedere cosa c’è al di là, gettare uno sguardo oltre, fare una prova di futuro.

La II Edizione del Festival si terrà dal 19 al 29 Luglio all’interno del Quartiere Serra Venerdì.

4 saranno i laboratori realizzati all’interno del Festival.

Il primo dei laboratori è il laboratorio “Le Argonautiche” di Apollonio Rodio. In questo poema epico si racconta del viaggio affrontato dagli Argonauti, per conquistare il Vello d’oro, il manto di un ariete sacro a Zeus che ha il potere di curare le ferite. Guidati da Giasone, gli eroi affronteranno incontri straordinari e terribili prove pur di ritornare finalmente a casa. I testi classici sono da sempre un ricco tesoro da saccheggiare, materia drammaturgica incandescente che chiede di essere attraversata, stravolta, resuscitata per essere, come amiamo dire, “messa in vita”. Durante il laboratorio, prendendo spunto da improvvisazioni, canzoni, selvatichezze, dialetti, ombre, ribaltamenti, sogni di tutti i partecipanti, si arriverà alla costruzione di un esito, un grande rito collettivo, una festa nel segno del teatro e della sua potenza
Questo laboratorio rientra nel progetto Tuttùn-la Non-scuola a San Chirico Raparo, promosso dalla società cooperativa “Il Sicomoro” di Matera, in collaborazione con Q Academy e Teatro delle Albe/Ravenna Teatro.

Il secondo laboratorio chiamato ‘’Il signor Mackinpott’’ sarà a cura del Progetto Demoni.

Il punto di partenza di questo laboratorio sarà “Come il signor Mockinpott è liberato dal dolore” di Peter Weiss. L’opera racconta la storia di un povero malcapitato che finisce schiacciato da un’escalation di ingiustizie. Vittima designata dalla società, Mockinpott, senza alcun motivo apparente, viene arrestato, licenziato, tradito e ridotto in miseria. Forse la sua unica colpa è non ribellarsi e tutte le disgrazie che dovrà patire gli serviranno per raggiungere questa rivelazione. Ma quanto durerà la sua tortura prima della tanto attesa illuminazione? Riuscirà a mettere fine alla glorificazione della prepotenza? Smetterà di sbattere contro il muro delle ingiustizie e si armerà per abbatterlo? Metteremo la storia del Signor Mockinpott a reazione con le improvvisazioni dei partecipanti al laboratorio e la caleremo nel “futuristico” contesto del dopo Matera 2019 per creare un nuovo testo, tradimento rispettoso dell’originale. Immagineremo un Mockinpott materano, la notte del 31 dicembre 2019, in strada, pronto a chiudere in bellezza il magnifico anno trascorso. Non sa che, come nelle migliori favole, l’incanto non sopravviverà allo scoccare della mezzanotte e “egli non potrà sfuggire nemmeno a uno dei guai che devono ancora venire”

Il terzo laboratorio sarà a cura di #reteteatro41 e si chiamerà ‘’La Festa Apache’’Hana e momo - Principio Attivo Teatro

Gli APACHE erano un popolo nomade nativo dell’area sud occidentale dell’America Settentrionale e il suo significato è “nemico”.

Apache è anche una parola che assume un significato fortissimo molto lontano dalla sua terra natia. Negli ‘60 a Matera diventa la parola che “nomina” i materani abitanti del quartiere Serra Venerdì; uno dei primi rioni abitato da chi lasciava di Sassi, e che contraddistingueva gli abitanti di un fortino isolato, con una forte identità visiva e comunitaria. Attraverso il teatro ci metteremo sulle tracce delle trasformazioni di questa parola/identità, del potere evocativo che ancora possiede e che cosa significa per le nuove generazioni.

Che valore ha nominarsi ed essere nominati? Che potenza hanno le parole quando hanno a che fare con la definizione delle identità e del valore dei rapporti tra le persone?
Cercheremo connessioni con la dimensione contemporanea degli abitanti di Serra Venerdì e una città che vuole scegliere per il suo futuro, e declinare in vari modi il suo diritto a partecipare a costruire una comunità. Costruire un Totem di storie, riunirsi intorno al fuoco, per festeggiare un rito di passaggio per alimentare e tenere accese le parole e i significati senza bruciare nella moltitudine tutto ciò su cui abbiamo costruito.”

Un laboratorio per preparare un grande rito collettivo che coinciderà con la fine del festival, coinvolgendo l’intero quartiere e i suoi abitanti. Una sorta di allenamento alla partecipazione, in cui creare occasioni di incontro e scambio trasformandole in azione teatrale.

L’ultimo dei laboratori, ‘’I.N.F.E.R.N.O. (Invasione Notturna Frivola E Ruggente Non Ostile)’’, a cura di Teatro Nucleo, è uno spettacolo nato dal dialogo con un quartiere di Ferrara. Ci racconta la città come se fosse per il nostro poeta Dante una specie di incubo grottesco. Da qui la necessità di interrogare le città che ospitano lo spettacolo, di chiedere agli abitanti di svelarne le piccole storie, i personaggi. Queste storie verranno raccolte come se fosse un gioco, e potranno diventare parte del racconto collettivo . Di sicuro ci permetteranno di conoscere meglio i muri e le strade della città in cui ci immergiamo ogni giorno. In più ai partecipanti verrà chiesto di prendere parte attiva allo spettacolo in azioni corali. La parte pratica del laboratorio sarà centrata sulla trasformazione degli elementi narrativi che emergeranno nel corso degli incontri, in azione teatrale.

Insieme ai laboratori ci sarà un programma fitto fatto di spettacoli, esiti scenici, playing about (incontri di discussione, approfondimento e azioni performative in cui vengono coinvolte realtà locali e ospiti esterni per riflettere su nuove pratiche di partecipazione e nuove visioni della città, mettendole in relazione con il contesto nazionale), extra festival con esibizioni musicali e teatrali.

Il programma completo è visibile su

http://www.nessunorestifuori.it/programma-2017Nessuno Resti Fuori I ED

I LABORATORI

19 – 26 Luglio 2017 ore 9 – 13

Le Argonautiche a cura di Teatro delle Albe

20 – 28 Luglio 2017 ore 9 – 13

Il signor Mackinpottna cura di Progetto Demoni

22 – 29 Luglio 2017 ore 9 – 13

La Festa Apache a cura di #reteteatro41

23 – 27 Luglio 2017 ore 9 – 13

Smontare l’I.N.F.E.R.N.O.

a cura di Teatro Nucleo – Teatro Julio Cortazar

19 LUGLIO 2017

EXTRA FESTIVAL ore 21.00

Rhytmus Aequae Silvae il ritmo della foresta equilibrata

a cura di Maurizio Cicchetti, Nicola Lorusso, Vincenzo Quarta.

La storia di due artisti, uno pittore, l’altro musicista che partono dall’ambiente confusionale della città per cercare ispirazione nella quiete della natura. Nella pineta di Serra Venerdì, fondamentali saranno l’incontro con la tribù degli Apache e la presenza di un albero “maledetto” . Tra riti e melodie, i due scopriranno la vera essenza dell’arte scavando nella psicologia umana.

Pineta di Serra Venerdì
offerta libera

20 LUGLIO 2017

EXTRA FESTIVAL

ore 18.30 Narrazioni Geofantastiche ”Da un capo all’altro”

con Gianluca Caporaso, La luna al guinzaglio/ il Salone dei Rifiutati
Da un capo all’Altro è una mostra in cui si racconta il viaggio attraverso 200 abiti blu, cassettiere, armadi, comodini. La provocazione è quella di esplorare l’esperienza che più di tutte apre gli spazi utilizzando oggetti in cui gli spazi si raccolgono, si fanno intimi, privati.

Palazzo Lanfranchi

EXTRA FESTIVAL

ore 21.30 Napul’è Concerto di musiche napoletane con Simona Cava, Sandro Corsi

Mercato ortofrutticolo Piazza Orazio Flacco, Serra Venerdì

offerta libera

21 LUGLIO 2017

SPETTACOLI TEATRALI
ore 21.00
LOST GENERATION Spettacolo ispirato alla vita di Francis Scott Fitzgerald e sua moglie Zelda

PROGETTO DEMONI Di e con Alessandra Crocco e Alessandro Miele Luci Angelo Piccinni / Assistente Giovanni De Monte Grafica Marco Smacchia

Con il sostegno di KILOWATT FESTIVAL

Terrazza Palazzo Lanfranchi

Ticket: 4€

EXTRA FESTIVAL

ore 23.00 Scampoli Ritagli di teatro con Erika Grillo, Walter Pulpito


Nello spazio l’allestimento si presenta come una vera e propria bancarella, arricchita da un leggio, una chitarra e alcuni scampoli, ad ognuno dei quali è abbinata una parola. Ad ogni stoffa – e quindi ad ogni parola – corrisponde un testo teatrale, con un prezzo differente. Il listino prezzi è affisso ed è a disposizione del pubblico di passaggio….

Panecotto, Sasso Caveoso

Offerta libera

22 LUGLIO 2017

SPETTACOLI TEATRALI

ore 21.00 SORRY BOYS Dialoghi su un patto segreto per 12 teste mozze. con Marta Cuscunà (Premio Franco Enriquez 2013)

Co-produzione CENTRALE FIES

La cronaca. 2008, Massachusetts, Gloucester. Nella cittadina americana si diffonde la notizia che 18 ragazze di una scuola superiore sono rimaste incinte pianificando le loro gravidanze, come parte di un patto segreto, per allevare i bambini in una specie di comune femminile. Sorry, boys, terza tappa del progetto sulle “resistenze femminili”, indaga sul sistema in cui questa storia è nata e si chiede quale sia il contesto sociale in cui questo progetto virale di materni- tà abbia potuto attecchire.

Auditorium del Conservatorio ”R. Gervasio”, Piazza Sedile

Ticket: da 4€ a 10 €

23 LUGLIO 2017

EXTRA FESTIVAL

ore 21.00 Progetto l’O con Lucia Pennacchia, Rossella Iacovone

Il progetto l’O nasce dalla necessità di esplorare il punto di partenza di un processo in atto. Ci siamo chieste cosa sia tale punto e cosa può rappresentare.

Cortile Scuola ”F. S. Nitti”, Serra Venerdì

offerta libera

EXTRA FESTIVAL

ore 22.00 Passeggiata nel quartiere

Serra Venerdì è stato il primo dei quartieri costruiti per ospitare gli abitanti sgomberati dai Sassi.

Attraverseremo il quartiere, la sua storia e le storie dei suoi abitanti alla ricerca delle tracce di quello che è stato, quello che ne è rimasto, ciò che continua ad esistere nel tempo e ciò che si rinnova.

Partenza dal cortile della Scuola ”F. S. Nitti’, Serra Venerdì

24 LUGLIO 2017

PLAYING ABOUT

Ore 18.30 La Città Aperta / Una città accessibile nei contenuti e nei contenitori.

Conduce Andrea Porcheddu, con IAC – Centro Arti Integrate, C-FARA, Ufficio Servizi Sociali per i Minori di Matera, Isitt Istituto Italiano per il Turismo per Tutti

Cortile Scuola ”F. S. Nitti”, Serra Venerdì

SPETTACOLI TEATRALI

ore 21.00 GUL studio 3 Cantieri Teatrali Koreja di e con Gemma Carbone
Scritto da Giancarlo De Cataldo, Gemma Carbone, Giulia Maria Falzea, Riccardo Festa
Un giallo svedese: c’è la neve, le giornate in cui non sorge mai il sole, un omicidio violento, un complotto politico.

Terrazza Palazzo Lanfranchi

Ticket: 4€

25 LUGLIO

PLAYING ABOUT

ore 18.30 La Scena Lucana Dialogo con i principali attori della scena teatrale in Basilicata.

conduce Andrea Porcheddu, con #reteteatro41, Consorzio Teatri Uniti di Basilicata, Città delle 100 Scale Festival e altre organizzazioni locali.

Cortile Scuola ”F. S. Nitti”, Serra Venerdì

SPETTACOLI TEATRALI

ore 21.00 Hana e Momò Liberamente ispirato al libro “Favola d’amore ” di Hermann Hesse

con Principio Attivo TeatronCon Cristina Mileti e Francesca Randazzo
Idea e regia: Cristina Mileti e Francesca Randazzo
Lo spettacolo è liberamente ispirato al libro “Favola d’amore ” di Hermann Hesse, un breve racconto dove l’autore ci illustra l’importanza del concetto di unione, del fare insieme, dell’accogliere l’altro.
Cortile Scuola ”F. S. Nitti”

Ticket: da 4€ a 10€

EXTRA FESTIVAL

ore 23.00 DJ set aperto Porta i tuoi dischi e facci ascoltare la tua musica eretica!

Una serata di ascolto musicale in cui ognuno potrà portare la propria musica eretica preferita, andando a comporre la colonna sonora di Nessuno Resti Fuori 2017.

Panecotto, Sasso Caveoso

26 LUGLIO 2017

PLAYING ABOUT

ore 18.30 Migranti dei nostri tempi / Teatro e minori migranti

conduce Andrea Porcheddu, con Il Sicomoro, Tolbà Onlus, Cidis onlus di Napoli, Nancy Porsia, Matera 2019

Cortile Scuola ”F. S. Nitti”, Serra Venerdì

SPETTACOLI TEATRALI

ore 21.00 Argonautiche Esito del laboratorio con il Teatro delle Albe.

Da “Le Argonautiche” di Apollonio Rodio Testo di Alessandro Argnani ed Emanuele Valenti
con i partecipanti del laboratorio “Argonautiche”.

Piazza Orazio Flacco, Serra Venerdì

Ingresso Gratuito

27 LUGLIO 2017
PLAYING ABOUT

ore 18.30 Vergogne vecchie e nuove Quali sono state da sempre le caratteristiche dei luoghi della vergogna? conduce Andrea Porcheddu, con Ass.ne Cresco in Basilicata, Legambiente Matera, Studio Antani, Matera 2019, Architecture of Shame

Cortile Scuola ”F. S. Nitti”, Serra Venerdì

SPETTACOLI TEATRALI

ore 20.00 I.N.F.E.R.N.O. Esito del laboratorio con Teatro Nucleo – Teatro Julio Cortazar

INVASIONE NOTTURNA FRIVOLA E RUGGENTE NON OSTILE

I.N.F.E.R.N.O. è uno spettacolo itinerante che si snoda per le vie della città fermandosi in vari spazi che ospitano specifiche scene. Abbiamo iniziato a tessere la dram- maturgia scegliendo alcuni testi estratti da “Inferno” di Peter Weiss. Testi che ci sembravano descrivere con sorprendente accuratezza, la condizione odierna di coloro che per necessità sono spinti a lasciare la propria terra in cerca di altre in cui trovar fortuna.
Spettacolo itinerante con partenza dalla Scuola ”F. S. Nitti”, Serra Venerdì

Ticket: da 4€ a 10€

EXTRA FESTIVAL

ore 22.00 Esito concorso fotografico. Tema: città eretica

Dal lat. concurrĕre ‘correre insieme’. Abbiamo chiesto a chiunque volesse, di inviarci una fotografia con il tema “La città eretica”.

In questa serata verranno esposte le foto inviate e verrà scelta l’immagine che meglio ritrae la città eretica. La selezione verrà effettuata dai partecipanti alla serata.

Concorso aperto a tutti – inviaci una foto entro il 26/07.

Link bando di partecipazione: http://bit.ly/2uE04gJ

LE MONACELLE

28 LUGLIO 2017

EXTRA FESTIVAL

ore 18.00 Palco Aperto / Concerto aperto a band locali

Una chiamata per le giovani band locali per dare vita a “Palco Aperto”. Il nome “Palco aperto” viene da un’idea di condivisione di un palco, dove gruppi musicali emergenti, giovani e musicisti locali hanno la possibilità di esibirsi ed esprimersi con la musica, arte universale.

Iscriviti fino al 20/07 al link: http://bit.ly/2u3WJo1

Pineta di Serra Venerdì

SPETTACOLI TEATRALI

ore 21.00 Il signor Mockinpott Esito scenico del laboratorio con Progetto Demoni.

Il punto di partenza di questo laboratorio sarà “Come il signor Mockinpott è liberato dal dolore” di Peter Weiss. L’opera racconta la storia di un povero malcapitato che finisce schiacciato da un’escalation di ingiustizie.

Cortile Scuola ”F. S. Nitti”, Serra Venerdì

Ingresso Gratuito

29 LUGLIO 2017

SPETTACOLI TEATRALI

ore 18.00 Festa Apache / Esito scenico del laboratorio con #reteteatro41

Piazza di Viale Rossini
Ingresso Gratuito

EXTRA FESTIVAL

ore 22.00 A chi hai detto apache? Videoproiezione a cura di IAC – Centro Arti Integrate, realizzato con i bambini della Scuola ”F. S. Nitti’

per info dettagliate:

www.nessunorestifuori.it

nessunorestifuori@gmail.com

+ 39 392411422

Prevendite attive presso:

Teatri Uniti di Basilicata Via Don Minzoni, 38 / tel. 0835337220

Casa del Festival Scuola ‘’F. S. Nitti’’ Via Francesco Saverio Nitti / tel. 392 4114221

Non ci sono ancora voti.
Please wait...